Serie B 2018/2019

Pre JBF vs Corato

All'andata viste Corato 74-69 dopo una partita sottotono della Ristopro, ma ora sono cambiati anche alcuni protagonisti di Fabriano-Corato.

25.01.2019

Seconda domenica consecutiva al PalaGuerrieri per la Ristopro, questa volta a scendere sul parquet fabrianese sarà l’Adriatica Industriale Corato. La squadra pugliese arriva a Fabriano dopo un’importante vittoria contro Giulianova, due punti che consentono alla compagine guidata da coach Verile di mettersi alle spalle un periodo non propriamente facile, amplificato anche dall’indisponibilità della “casa naturale”, il PalaLosito. Per la compagine coratina il suo Palas è da sempre un ambiente caldo e vero fattore, ma in queste ultime uscite casalinghe è stata costretta ad emigrare nella vicina Ruvo di Puglia.

Proprio al PalaLosito, alla 3^ di andata, la Janus incappò nella prima sconfitta stagionale (74-69) al termine di una partita condotta quasi sempre dai padroni di casa ma che, nonostante una prestazione altalenante, aveva visto la Janus andare non molto lontana dal blitz esterno.

Proprio per quanto sopra ricordato, il Basket Corato rappresenta un’insidia da non sottovalutare anche perché frutto di un mix tra alcuni fondamentali componenti della squadra che ha colto la promozione (al termine della scorsa stagione) e altri nuovi arrivi di buon livello per la Serie B.

Spicca soprattutto il nome di Gints Antrops, lungo dalla grande esperienza (classe 1982) con trascorsi di Serie A2 e B, in grado di essere pericoloso sia in avvicinamento a canestro sia dalla linea dei 6,75m con medie che parlano finora di 12 punti con 37% da 3 e 6,8 rimbalzi di media. E' invece Leonardo Marini, 205cm classe 1995, il 5 titolare, anche lui proveniente da esperienze di A2 e già visto nella nostra regione con la maglia di Recanati nella stagione 2016/2017, che sta disputando una buona stagione in termini numerici che parlano di 12 punti per gara, 5,5 rimbalzi e quasi 2 stoppate di media, a testimonianza della sua capacità di intimidatore.

Anche nel reparto esterni Corato esprime buoni valori, ai quali bisognerà prestare attenzione, con Ferdinando Smorra (le ultime due stagioni in Serie B con la maglia di Isernia), autore di 7,5 punti e l’idolo di casa Mauro Stella, classe 1984 anche lui al ritorno nella categoria dopo le precedenti esperienze con San Severo e Bisceglie, attualmente miglior realizzatore della sua squadra con oltre 13 punti di media, tirando con discrete percentuali sia da 2 (54%) che da 3 (33%), chiude le sue stats smazzando 5 assist a partita.

Particolare attenzione anche ai cambi dalla panchina dove si alzano Efe Idiaru (l’anno scorso a Barcellona Pozzo di Gotto), classe 1997 che nella gara di andata con una tripla spaccò la partita in favore di Corato, ed una vecchia conoscenza della Janus, quell’Andrea Morresi, marchigiano di nascita, affrontato nella stagione 2015/2016 con la maglia di Pedaso e rientrato recentemente in campo dopo un infortunio che lo ha tenuto fuori dai parquet per quasi due mesi. Morresi porta in dote 8,4 punti con un ottimo 38% da 3. Il reparto lunghi può contare anche sull’importante contributo del gaucho Patrisio Cicivè (7,8 pti e 4 rimbalzi).

Infine per ultimo un giocatore che, per quanto abbia disputato con la nostra maglia solamente otto partite nella prima parte di questa stagione, è rimasto nel cuore in tutto l’ambiente biancoblù. Lo ha fatto non solo per il giocatore e il professionista che è, ma soprattutto per le sue grandi doti umane. A volte le vie del basket portano a fare scelte diverse, con una via che ha portato Santiago Boffelli (per lui in nove apparizioni in biancoverde 11 punti in 33’) a sposare la causa di Corato, ma che non impedisce di serbarne un bel ricordo e di salutarlo con immutato affetto e stima con l’augurio di esprimersi a grandi livelli.. ma a partire dalla prossima domenica!

Palla a due fissata per le ore 18.00 di domenica 27 gennaio. Fischietti in mano a Posti di Marsciano e Vigato di Este.

Ufficio Stampa Janus Basket Fabriano

Commenti

Conferenza presentazione Dario Masciarelli
Vittoria e note positive contro Corato