Serie B 2018/2019

Il punto con Paolo Fantini

Il GM della Ristopro traccia un bilancio dopo un girone d'andata "da sette e mezzo". Fabriano è terza con un record di 9W-5L.

07.01.2019

La Janus, con la sconfitta maturata contro Teramo, archivia il girone d'andata. Il bilancio parla di nove vittorie e 5 sconfitte, terzo posto in coabitazione con Bisceglie. Sei successi su 7 sfide al PalaGuerrieri (la sola sconfitta è arrivata contro la Cestistica San Severo, compagine imbattuta fino ad ora, dopo aver anche chiuso i primi 20’ in vantaggio), tre vittorie e 4 sconfitte in trasferta, con le gemme di Bisceglie e Nardò di importante peso.

Abbiamo chiesto al GM della Ristopro Fabriano Paolo Fantini di tracciare un bilancio. "Questo breve bilancio arriva nell’immediato post sconfitta contro Teramo che, in caso di esito diverso, avrebbe potuto dare un giudizio ancor più positivo su questa prima parte di stagione. In particolare - aggiunge Paolo - a nome della società vorremmo ringraziare i tifosi che ci hanno raggiunto a Chieti, avremmo voluto regalare loro la vittoria ma purtroppo non è andata come tutti desideravamo."

A pesare, nelle ultime giornate, sono state anche alcune situazioni fisiche deficitarie: "Purtroppo da alcune settimane a questa parte abbiamo dovuto affrontare giorni costellati da continui problemi fisici, i quali hanno limitato il rendimento di qualche giocatore, non rendendolo disponibile per le partite. Mi riferisco in particolare ad Iba Thiam e a Bruno Ondo Mengue, i quali non hanno potuto aiutare al 100% i loro compagni. La nostra prima parte di stagione - il GM torna a parlare del girone d'andata firmato Janus - è stata contraddistinta anche dalla partenza di Santiago Boffelli, per propria decisione, e dall’arrivo di Bruno Ondo Mengue, il quale purtroppo non è riuscito ad esprimersi per problemi fisici, come sopra ricordato. Di fattori positivi ce ne sono tuttavia di diversi, come ad esempio la consapevolezza di avere un gruppo di atleti e persone serio, professionale e consapevole di quanto importante sia il basket a Fabriano, con uno spirito di gruppo cresciuto man mano in questi mesi."

Le ultime battute spettano al mondo che gravita attorno alla società ed agli obiettivi stagionali: "Inutile dire, ma vorrei comunque ribadirlo, quanto davvero sia poi importante il contributo del nostro pubblico sempre più numeroso, con un pensiero particolare ai ragazzi degli Immaturi, e che rende la domenica al PalaGuerrieri un vero e proprio evento che accomuna la città. Tutto ciò ci rende orgogliosi e ci spinge ad impegnarci sempre di più per fare in modo di crescere ulteriormente passo dopo passo. Il bilancio ad oggi dunque non può che essere positivo, dato che, numeri alla mano, siamo in linea con quelli che erano gli obiettivi stagionali, ovvero vivere chiaramente una stagione meno sofferta della scorsa, se possibile gravitando in zona playoff, oltre che nel lavoro quotidiano di tutta la società nello strutturarsi e crescere gradualmente. Pertanto, anche in tal senso, mi sento di dover ringraziare tutti i nostri amici e collaboratori che consentono a tutta la Janus di svolgere la propria attività al meglio."

Il campionato però non si ferma, Fabriano già da domenica, dopo il giro di boa di domenica 6 contro Teramo, sarà impegnata sul campo di Giulianova in uno scontro che potrà dire molto in termini di classifica. La conclusione spetta quindi al GM: "Siamo consapevoli, tuttavia, che il girone di ritorno sarà ancora più difficile e pieno di ostacoli, data anche la classifica molto corta e l’equilibrio, esclusa San Severo, presente nel girone. Se dovessi quindi dare un voto a questo girone di andata.. direi un bel 7 e mezzo, con l’augurio di ripetere un cammino simile anche nella seconda parte di stagione."

Lorenzo Ciappelloni - Ufficio Stampa Janus Basket Fabriano

Commenti

Serata storta a Teramo
Ondo Mengue non è più un giocatore della Ristopro