Serie B 2019-20

HOME MADE: RBRIMINI

Ossatura riminese per la squadra dell'ex Fabriano Basket Bernardi. L'Albergatore Pro è una squadra ostica e intensa.

31.10.2019

Torna dopo un lungo periodo di assenza l’affascinante sfida tra Fabriano e Rimini. Una sfida che nel corso degli anni 80-90 e 2000 è stata una costante nel panorama dei massimi campionati nazionali, un confronto che ha visto con entrambe le maglie affrontarsi tanti campioni e che ritorna sul palcoscenico dello storico palasport “Flaminio”, la vera casa del basket riminese.

Nel pomeriggio della domenica riminese si affronteranno due società che, tutto sommato, hanno percorsi simili avendo riportato il nome di due piazze storiche in campionati nazionali. Per quanto l’attuale Rinascita Basket Rimini sia una società molto giovane (nata la scorsa stagione acquisendo i diritti della C Gold romagnola per dominarla e vincerla subito), è già una solida realtà di questo girone C.

Nel presentare la compagine biancorossa, non si può non cominciare da coach Massimo Bernardi, il quale ha un trascorso sulla panchina del Fabriano Basket nella stagione 2007/2008 e che conta nel suo staff Larry Middleton, avversario in tanti confronti fra Fabriano e Rimini.

Il roster riminese è composto per la gran parte da giocatori con ottimi trascorsi in Serie B, i quali nella scorsa annata hanno sposato il progetto della nuova società e conquistato una netta vittoria della C gold. La RBR dispone di un roster con diversi giocatori provenienti dalla zona di Rimini, a testimonianza di una forte identità territoriale e del sempre florido vivaio locale.

Cabina di regia affidata all’esperienza e fantasia di Eugenio Rivali (protagonista in Serie A2 con Recanati e Montegranaro), playmaker di 178cm che al momento porta in dote 5.6 punti e quasi 4 assist di media. Rivali si alterna con un altro fantasista come il classe '86 Luca Pesaresi, play/guardia di 180cm con 9.2 punti di media e il 38% dall'arco, protagonista nella vittoria di sabato scorso ad Ozzano con un ultimo quarto da vero e proprio trascinatore.

Il reparto esterni trova un importante riferimento nei fratelli Bedetti: Francesco, classe '93, attualmente con 16.2 punti di media (60% da 2 e 50% da 3, 6.4 rimbalzi e 2.6 assist) è il top scorer dei biancorossi, mentre il fratello maggiore Luca, classe '89, gli da man forte con 11 punti di media in 22 minuti di utilizzo.

Un buon utilizzo lo presentano anche la guardia Nicola Bianchi (2.8 punti in 14’) e Niccolò Moffa, un "3" classe '99 da 7.2 punti in 23’.

E’ nel reparto lunghi che Rimini è maggiormente intervenuta, riportando a casa Tommaso Rinaldi, che dopo un lungo girovagare, a 34 anni torna nella sua città di origine per apportare il proprio contributo di esperienza (9.4 punti in 23’ di utilizzo con 4 rimbalzi a partita).

Al suo fianco giostrano l’ex Recanati Giorgio Broglia (20’ con 4.6 punti e 4 rimbalzi) e il promettente classe 2000 Matteo Ambrosin (6.6 punti in 14’ di utilizzo). Completa il roster il giovane lungo Yuri Ramilli, il quale ha avuto un impatto positivo soprattutto nella partita vinta dai biancorossi contro Ancona.

Il cammino dei nostri avversari fin qui recita tre vittorie e due sconfitte (con il recupero della trasferta di Teramo previsto per il 6 novembre), frutto delle affermazioni casalinghe contro Senigallia e Ancona e del blitz di sabato scorso ad Ozzano, arrivato grazie ad una rimonta nell’ultimo quarto di gioco.

Un avversario di prestigio e valore per la Ristopro che viaggerà alla volta di Rimini consapevole di avere dalla sua parte la spinta di un folto seguito fabrianese. Prima trasferta romagnola per i ragazzi di coach Pansa, desiderosi di tornare con due punti importanti.

Ufficio Stampa Janus Basket Fabriano

Commenti

BATTUTA AGEVOLMENTE GIULIANOVA
CINQUINA! BATTUTA RIMINI