Serie B 2017/2018

Fabriano vince Gara 1!

Piedi a terra, perché la Janus è soltanto a metà dell'opera. 62-68 il primo atto, ribaltato il fattore campo.

01.05.2018

Dopo centoventisette giorni sei tornata al successo in trasferta.. lo hai fatto a Cerignola, in Gara1 dei play out per mantenere la Serie B. Sei stata mitica! 62-68 al PalaDiLeo.

E’ una Janus determinata quella che scende sul parquet cerignolano, consapevole di avere tutte le armi a disposizione per far male all’UDAS di coach Origlio. Nuovamente arruolabili Michele Bugionovo e Lorenzo Bruno, che durante la partita faranno un gran comodo. E’ un coast to coast quello biancoblù, sempre avanti nel punteggio e magistrali nell’amministrare punticini di vantaggio fin sul palo. “Fil” Dri e Tessitore vengono subito caricati di falli dalla coppia in grigio, con l’udinese richiamato in panca da coach Fantozzi dopo appena 2’ e la guardia avversaria gravata di tre falli per un lungo tratto del primo tempo. Fabriano trova in Valerio Marsili la pedina giusta per tenere a bada Kushchev, con il romano che domina sotto i tabelloni, cattura tutto quel che trova e piazza un muro a ridosso del suo anello. Il primo strappo è un super parziale di 16-0 per i biancoblù a metà del secondo periodo (20-34 al 17’), con Filiberto Dri e Michele Bugionovo a colpire a ripetizione dall’arco, sostenuti da Simone De Angelis e Fabrizio Gialloreto. Cerignola si rifugia nel solito Gennaro Tessitore, che spara e centra il bersaglio tre volte consecutive. Rientra così l’UDAS, che all’intervallo lungo insegue però di otto lunghezze.

Non cambia la musica, Fabriano torna sul parquet con l’intensità e la volontà di ribaltare la serie vista nei primi venti minuti di gioco. Sabbatino prova a caricarsi i suoi sulle spalle attaccando il ferro e servendo a Kushchev due palloni da depositare soltanto nel sacchetto. Copia e incolla per il 30 biancoblù che regala a Lorenzo Bruno cioccolatini da scartare e divorare. La Janus è sempre avanti (gli unici vantaggi Udas sull’1-0 e sul 20-19 del 12’), ma ci pensa Gambarota a spaventarla dal perimetro per fare -2. Si torna sempre lì, dal duo Gialloreto-Dri, con il primo ad inventare ed il secondo a punire in velocità ogni disattenzione della difesa locale. Le squadre nel finale mancano di energie ed a commettere meno errori è Fabriano, che, concentrata, chiude i conti con Fabrizio Gialloreto dall’angolo: è una meraviglia il suo arresto e tiro a 17” dal termine per fare 60-66. Titoli di coda, Gara1 è biancoblù.

Cerignola ha le spalle al muro, la Ristopro non può permettersi di sbagliare mercoledì 2. Insieme, una città intera, al PalaCingolani di Recanati. Palla a due ore 21.

Castellano Udas Cerignola - Ristopro Fabriano 62-68 (15-16, 15-22, 20-16, 12-14)

Castellano Udas Cerignola: Gennaro Tessitore 22 (2/3, 5/9), Nunzio Sabbatino 12 (4/6, 1/2), Giovanni Gambarota 11 (4/4, 1/1), Giovanni Rugolo 8 (3/3, 0/4), Oleksandr Kushchev 7 (2/5, 0/1), Nikola Markus 2 (1/1, 0/0), Gianluca Tredici 0 (0/1, 0/4), Giuseppe Ippedico 0 (0/0, 0/1), Danilo Raicevic 0 (0/0, 0/0), Emanuele Grittani 0 (0/0, 0/0). All. Origlio.

Ristopro Fabriano: Filiberto Dri 19 (5/8, 0/3), Fabrizio Gialloreto 9 (3/6, 1/3), Simone De angelis 8 (1/4, 2/4), Valerio Marsili 8 (4/9, 0/0), Devid Cimarelli 6 (3/3, 0/0), Michele Bugionovo 5 (0/2, 1/1), Lorenzo Bruno 5 (2/2, 0/1), Lorenzo Monacelli 4 (1/3, 0/1), Joseph Vita sadi 4 (1/1, 0/0), Alessandro Fanesi 0 (0/0, 0/0), Sergio Quercia 0 (0/0, 0/0). All. Fantozzi. Ass. All. Milli, Panzini.

Lorenzo Ciappelloni – Ufficio Stampa Janus Basket Fabriano

Commenti

Disposizioni di accesso al PalaCingolani di Recanati
FABRIANO SEI SALVA!