Banner nuovoXL
SCONFITTA

UNA STOICA JANUS PERDE A MESTRE

AMARO IL RITORNO AL BASKET GIOCATO PER LA RISTOPRO, VINCE MESTRE 68-62

Ci è voluto un mese per rivedere la Ristopro all’opera. Nel mezzo tante novità, sia positive che non, ma tali da rivoltare completamente il mondo biancoblu: l’arrivo di Boffelli, l’inagibilità del PalaGuerrieri e lo spostamento a Cerreto D’Esi, oltre alle tante difficoltà dovute al Covid-19. Si torna in campo, l’avversaria è Mestre reduce dalla vittoria esterna con la Sutor. 

Parte forte la Janus, con Paolin autore delle solite scorribande, giungendo sul 5-9 dopo 5’; i padroni di casa sono tosti e rispondono con due bombe di Lazzaro, che aiutano i biancorossi ad impattare e superare i cartai. Ci pensa di nuovo il numero 10 fabrianese a chiudere la prima frazione sul punteggio di 13-14.  

Nel secondo periodo prendono il largo i ragazzi di coach Pansa: Marulli si mette in proprio e trascina i suoi compagni fino al +8. Mestre accorcia di nuovo con Fazioli, tornando sul20-23 quando sul tabellone rimangono 4’ da giocare. Quelli saranno gli ultimi canestri prima dell’intervallo, con le due compagini protagoniste di svariate palle perse ed occasioni sprecate. 

Al rientro sul parquet la Vega ritrova subito la via del canestro, Fabriano arranca e patisce le triple di Fazioli e Rinaldi, vedendosi superare e distanziare fino al –10. Ci provano Papa e Marulli a trovare una quadra, ma è proprio in quel momento che i biancoblu perdono Paolin per infortunio, costretto ad uscire anzitempo dolorante. I liberi di Fazioli terminano il terzo quarto, il tabellone segna 47-38. 

Come spesso ci hanno abituato durante l’anno, i cartai non mollano di un centimetro e facendo fondo alle ultime energie rimaste in corpo, riescono ad accorciare le distanze con Marulli (26 punti di cui 10 nell’ultimo quarto, 6 rimbalzi e 4 assist) e Scanzi. Una tripla in step-back ancora di Marulli e la Janus è a –1 quando mancano 30 secondi sul cronometro; la chiude Pinton: in uscita dai blocchi spara da fuori e manda a bersaglio, chiudendo così il match. Fabriano perde, ma a testa alta, e cercherà di rifarsi mercoledì contro la corazzata Cividale. 

Vega Mestre – Ristopro Fabriano 68-62 (13-14, 7-9, 27-15, 21-24) 
 
Vega Mestre: Kaspar Kitsing 13 (0/3, 2/5), Niccolò Rinaldi 12 (0/3, 4/10), Mauro Pinton 11 (0/0, 2/6), Filippo Fazioli 10 (1/7, 2/7), Marco Lazzaro 10 (2/6, 2/4), Gabriele Salvato 6 (1/4, 1/1), Stefano Spizzichini 2 (1/3, 0/1), Dario ludovico Maran 2 (0/1, 0/1), Alessandro Spatti 2 (1/3, 0/0), Andrea Segato 0 (0/0, 0/0), Douglas agostino Marini 0 (0/0, 0/0), Vittorio Volpato 0 (0/0, 0/0) 
Tiri liberi: 17 / 17 – Rimbalzi: 30 6 + 24 (Mauro Pinton 6) – Assist: 14 (Filippo Fazioli 5) 
 
Ristopro Fabriano: Roberto Marulli 26 (2/5, 5/6), Francesco Papa 12 (3/5, 0/1), Andrea Scanzi 10 (2/3, 2/9), Francesco Paolin 6 (1/2, 1/6), Todor Radonjic 5 (1/4, 1/3), Kurt Cassar 2 (1/3, 0/1), Santiago Boffelli 1 (0/1, 0/2), Gianmarco Gulini 0 (0/1, 0/1), Jona Di giuliomaria 0 (0/3, 0/0), Marco Caloia 0 (0/0, 0/0) 
Tiri liberi: 15 / 21 – Rimbalzi: 43 7 + 36 (Todor Radonjic, Kurt Cassar 8) – Assist: 13 (Roberto Marulli 4) 

Giacomo Marini
Ufficio Stampa Janus Basket Fabriano

 
 
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp