Banner nuovoXL
SITO

La striscia positiva si interrompe a Brindisi: vince con merito Nardò 83-74

Non basta la rimonta finale degli ospiti per espugnare il PalaPentassuglia

Nella settima giornata del campionato di serie A2 di basket, la Ristopro Fabriano esce sconfitta dal PalaPentassuglia di Brindisi 83-74 per mano della Next Nardò.

I salentini, in vantaggio fin dall’inizio, hanno condotto il match e nell’ultimo quarto hanno contenuto il tentativo di rimonta dei cartai, fermatisi a -5 a trenta secondi dalla sirena conclusiva.

Dopo due vittorie di fila, dunque, la marcia della Ristopro Fabriano viene “stoppata” e la squadra di coach Lorenzo Pansa resta ferma a quota 4 punti in un quartetto di squadre (ci sono anche Latina, Stella Azzurra e Ferrara) che chiudono la graduatoria.

Il primo quarto è equilibrato (20-18), mentre nella seconda frazione la Ristopro non riesce a trovare continuità offensiva e subisce il primo strappo dei salentini (31-20 al 15’). Il punteggio è ad elastico, Fabriano dimezza lo svantaggio, ma poi lo riprende e si arriva al riposo lungo sul 40-31 per i padroni di casa. Nardò tenta ancora la fuga (48-34 al 23’), la Ristopro ricuce a -8, per chiudere il terzo quarto 58-46. Nardò amplia il “gap” fino al massimo vantaggio di +18 al 33’ (67-49), poi, quando la partita sembra ormai chiusa, Fabriano ritrova la mira dalla lunga distanza e si riavvicina fino a 79-74. Ma la Next non sbanda e si impone 83-74.

 

Il commento alla partita di coach Lorenzo Pansa. «Dispiace per lo scarto finale, perché -9 in uno scontro diretto è uno svantaggio importante. Eravamo riusciti a non mollare, a non disunirci, siamo tornati a due possessi di svantaggio dopo che Nardò ci aveva tenuto la testa sotto. La chiave della partita è facilmente leggibile nel fatto che alla fine del terzo quarto tiravamo 6/27 da tre, percentuale troppo bassa per competere a questo livello; l’abbiamo un po’ aggiustata nell’ultimo quarto segnando sei canestri da tre punti. Nardò è stata brava a non farci prendere mai il ritmo, penso che parte di questa bassa percentuale sia figlia anche di ciò. Nel terzo quarto abbiamo preso dei buoni tiri, ma li abbiamo sbagliati. Loro ci hanno punito scavando il solco che poi è diventato quello decisivo. Non abbiamo avuto una settimana facile, per questo sono comunque contento che non ci siamo mai disuniti. E’ chiaro che dobbiamo metterci nella testa che ogni partita deve essere giocata con una intensità diversa, perché poi se si va sotto, soprattutto in trasferta, recuperare diventa complicato».

 

Next Nardò – Ristopro Fabriano 83-74

Next Nardò – Thomas 18 (7/16), Ferguson 16 (3/4, 3/9), Poletti 14 (7/8, 0/3), La Torre 10 (1/1, 2/5), Jerkovic 9 (3/4, 1/1), Leonzio 8 (0/2, 2/3), Fallucca 6 (3/4, 0/5), Burini 2 (1/1, 0/2), Mirkovski ne, Cappelluti ne, Toma ne, Tyrtyshnik ne. All. Gandini

Ristopro Fabriano – Benetti 16 (5/8, 2/7), Davis 15 (3/5, 2/9), Baldassarre 14 (3/6, 2/4), Smith 11 (1/8, 3/5), Marulli 8 (1/1, 2/6), Santiangeli 6 (1/1, 1/6), Thioune 4 (2/2), Gulini, Gatti ne, Matrone ne, Caloia ne. All. Pansa

Arbitri – Rudellat di Nuoro, Centonza di Grottammare (Ap) e Bramante di San Martino Buon Albergo (Vr)

Parziali – 20-18, 20-13, 18-15, 25-28

Ufficio Stampa Janus Basket Fabriano

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp